A.S.H.D. Novara Onlus


Vai ai contenuti

la storia

l'associazione

BREVE STORIA DELL'ASSOCIAZIONE

Un gruppo di persone ricoverate presso il centro di riabilitazione INAIL di Ostia (Roma) dopo l’infortunio sul lavoro, ebbero l’occasione durante la degenza riabilitativa, di conoscersi e diventare amici. Una degenza che durò parecchi mesi e che alla guida del Prof. Antonio Maglio, Direttore del centro, ebbe come già era avvenuto in Inghilterra, la prerogativa di praticare lo sport come terapia alternativa per mantenere efficienti le residue capacità fisiche dei suoi pazienti. Quelle persone, opportunamente stimolate e messe in competizione tra loro, impararono a gestirsi al meglio la propria vita quotidiana attraverso l’utilizzo della carrozzina che era il loro nuovo mezzo di locomozione, e soprattutto riscoprire la volontà di vivere attraverso la pratica dello sport. Basket, nuoto, tennis tavolo, arco, scherma, impararono quasi tutto e una volta tornati a casa si ritrovarono con sé stessi, senza alternative, né di reinserimento al lavoro né tanto meno di una collocazione nel tessuto sociale che permettesse loro di sentirsi ancora qualcuno. Decisero allora di costituire una società sportiva ed in primo luogo di formare una squadra di pallacanestro in carrozzina. Nacque così l’attuale “A.S.H.” Associazione Sportiva Handicappati, formalmente costituita in Novara il 3 luglio del 1980.

Nel 1986 l’A.S.H. si modifica in modo radicale, poiché apre le sue attività sportive a tutti i tipi di handicap, e consentendo anche a chi non è in grado di partecipare a competizioni agonistiche di usufruire di discipline che consentono solamente un’attività fisico motoria.

Nel 1990 l’Istituto Geografico De Agostini di Novara, grazie alla sensibilità dell’Ing. Adolfo Boroli, inizia a sostenere in maniera fattiva e generosa questa Società. Si realizza pertanto l’apertura dell’attuale sede in via Gibellini, che amplia le prospettive a tutti i portatori di handicap, poiché pur mantenendo le sue finalità sportive intraprende anche attività culturali che hanno potuto favorire la crescita dei disabili non solo a livello sportivo ma anche intellettivo e di socializzazione. Consistente è stato l’afflusso di volontari senza i quali non ci sarebbe stato lo sviluppo tale dell’Associazione. In pochi anni essi raggiungono il considerevole numero di un centinaio. Oggigiorno tutti i disabili possono accedere a tutte le attività senza limitazioni, pagando unicamente una quota di frequenza annuale.

L’A.S.H. ha un ottimo inserimento nel tessuto sociale, è sempre presente in tutte le manifestazioni cittadine a carattere sportivo e non. Ha suoi rappresentanti nel Consiglio Comunale, nella Consulta dello sport, nel Panathlon, negli “Azzurri d’Italia”, nel Comitato Paralimpico, collabora con il “Coordinamento del volontariato”, partecipa a conferenze organizzate negli Istituti scolastici al fine di sensibilizzare le nuove generazioni. Collabora con l’Unità spinale dell’Ospedale Maggiore, le Comunità alloggio e le varie Associazioni di disabili. Grazie all’Amministrazione comunale i nostri ragazzi trovano ospitalità in tutti gli impianti sportivi cittadini comunali.

Ultimamente l’A.S.H. si è distinta per la messa in opera di un progetto unico nel suo genere. Ha infatti realizzato una "Mostra fotografica itinerante" sullo sport handicap dal titolo "BASTA UN'ALA PER VOLARE" che attualmente sta girando l’Italia riscuotendo grande interesse.

In questi anni di attività, ove la Società ha meritato la medaglia di bronzo al merito sportivo del C.O.N.I., le finalità agonistiche sono state degnamente onorate dai propri atleti. L’A.S.H. vanta infatti numerosi atleti che hanno indossato, e tutt’ora indossano, la maglia azzurra.

Nel 2005 per ottemperare alle direttive del C.O.N.I. la Società cambia nuovamente statuto aggiungendo la denominazione “Dilettantistica” nel suo nome. D’ora in avanti prenderà la sigla A.S.H.D.

Nel 2008 si costituisce la Fondazione De Agostini che si prefigge di sostenere la Società non solo nei suoi progetti sportivi, ma anche per quel che riguarda una sfera più allargata dei bisogni dei diversamente abili. Inoltre provvede ad ampliare ed ammodernare la sede di via Gibellini per consentire di sviluppare le attività. Le attività che si svolgono ora al suo interno sono tiro con l'arco, psicomotricità, ginnastica, mini tennis, pesi.

Nel 2010 l'A.S.H.D. NOVARA celebra i suoi 30 anni di attività organizzando 2 campionati italiani: i 33° Campionati Assoluti estivi di nuoto Paralimpico e il 23° Campionato italiano di Para Archery, nonché cura, assieme al regista novarese Vanni Vallino, la realizzazione di un breve filmato intitolato "3 Storie per raccontare 30 anni di attività" dove due atleti e una volontaria raccontano la loro esperienza di vita in A.S.H.D.

Nel 2015, con l'apertura della nuova Sede di via Panathlon International 15 l'A.S.H.D. NOVARA ha l'ennesima svolta. I nuovi spazi acquisiti, consentiranno all'Associazione di diventare un polo di aggregazione sportiva disabili della zona.


FOTO STORICHE

Home Page | l'associazione | attività | agenda | stampa | sportiamo assieme | siamo a cavallo | Mappa del sito


A.S.H.D. NOVARA Via Panathlon International 15 - Novara tel. e fax 0331-6280805 - Cod. Fisc. 00871760039 | ash-novara@libero.it

Torna ai contenuti | Torna al menu